Donatella Versace - Frasi Celebri

Frasi Celebri
Stilista Italiana
(2 Maggio 1955)

L'abito ha bisogno di un'anima, chi sfila fa vivere il vestito, che da solo non potrebbe portare il messaggio giusto.
***
Va bene fare una collezione per omaggiare Versace, ma quando cominci ad omaggiare molto spesso la maison Versace...Perche'? Qual e` il punto?
***
Mi piace flirtare con la gente, sedurre gli uomini, sedurre le donne. Mi piace usare questa parte della femminilità che tutti abbiamo.
***
Gianni Versace non si drogava né beveva, andava a dormire presto. Una notte feci tardi con gli amici. Al mattino dovevo essere da Gianni, per la sfilata. Non mi svegliai e al pomeriggio trovai lui ancora ad aspettarmi e mi disse: "Non mi importa quello che fai ma devi sapere come e quando farlo".
***
Posso rinunciare a tutto ma non ai tacchi alti.
***
Gli uomini intelligenti non si vergognano di tirar fuori la loro parte femminile. Il mio amico Sting è uomo al cento per cento ma non si vergogna di esporre la sua parte femminile.
***
Non pensiamo alla Borsa, però siamo organizzati come se fossimo una società quotata, con dati trasparenti e report a scadenze fisse. Così abbiamo i vantaggi dell'organizzazione interna come se fossimo al listino e la libertà di un'azienda di famiglia. Il meglio di tutte e due, una situazione ideale.
***
La moda è management, è strategia. Tutte cose che ho imparato di recente. Prima mi dedicavo di più alla creatività.
***
La crisi è una grossa opportunità: offre più stimoli alla creatività, ci si confronta di più, nascono più idee.
***
La donna supersofisticata, quella veramente chic, la trovi in America e in Inghilterra, non in Italia. In Italia trovi la donna borghese.
***
Una mania di Gianni era quella di voler fare vestiti per tutti, per la gente dello stadio.
***
In passato i ragazzi vestivano copiando i loro padri. Poi c' è stata la ribellione dei primi anni Settanta, hanno cominciato a vestirsi in modo autonomo, ma hanno adottato le divise, che servivano a inviare messaggi politici.
***
Dire che i consumatori investono solo su cose che durino per anni mi sembra una banalizzazione: se così fosse chiuderemmo tutti! In realtà bisogna dare loro degli stimoli, delle emozioni forti.
***
 A me piace rischiare nella vita. Lo vedo come un lato molto istruttivo.
***
Le ragazze e i ragazzi hanno una grande voglia di vestirsi, si impegnano nella ricerca di un loro stile personale che non prescinde però dai suggerimenti della moda.
***
Credo che un brand sia famoso nel mondo perché tutto il mondo lo ama.
***
All’inizio mi sono divertita. E tanto. Ma la cocaina ti racconta una bugia al secondo. Tu pensi di poterla controllare, ma è lei che controlla te.
***
Versus è l'anima rock di Versace, una linea giovane di rottura.
***
La moda, la musica e il cinema sono la pop colture del 2000, rompono i ruoli, vanno oltre.
***
La moda Versace è sempre stata un po’ sexy. Però io non mando la modella in pedana con le tette di fuori. Non vuol dire niente, questo accadeva nel ’68.
***
Gli ambiti in cui io vedo esprimersi meglio novità, fantasia, ricerca sono quello musicale e quello del design di moda
***
A mia figlia consiglio soprattutto di lavorare e di essere indipendente. Ma fare solo la donna in carriera è un ruolo costrittivo come fare solo la casalinga.
***
La spinta creativa, comunque si esprima, equivale alla ricerca del nuovo ed è perciò un indice di gioventù mentale.
***
Sono calabrese e le mie origini le ho ben radicate. Sono una mamma che si fa sentire. I miei figli hanno inculcato il senso del dovere.
***
C’è differenza fra come disegna un uomo e come disegna una donna. La donna, per l’uomo, è un disegno, uno schizzo sulla carta, una cosa irreale. Io invece conosco il corpo delle donne. Gianni pensava al vestito, non pensava alle gambe, alla vita, ai difetti.
***