Lorenzo Cherubini (Jovanotti) - Aforismi e Frasi Celebri

Aforismi e Frasi Celebri
Cantautore Italiano
(27 Settembre 1966)

A volte penso che nel momento in cui uno ride, quello sia veramente un momento in cui si aprono le porte della percezione e l'Eternità entra in noi.
***
La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare.
***
La nascita della canzone "A te", è stata per me un vero e proprio momento magico per il quale non finisco mai di provare un senso di gratitudine.
***
Internet non è solo un veicolo, è una forma di cultura. La rete è innanzitutto un concetto filosofico.
***
Nel nome c'è sempre il nostro destino. Rino Gaetano si chiama con due nomi propri: Rino e Gaetano. Quando ci si rivolge a qualcuno chiamandolo con il suo nome proprio è perché ci si conosce, perché è un amico. Lui ne ha addirittura due.
***
Ricordo tutto. I sanremi, il cilindro e la maglietta a righe, il cappello da esploratore. Io amo i cappelli e forse è colpa sua.
***
Vedo gli occhi di una donna che mi ama e non sento più bisogno di soffrire.
***
Non sono di quelli che pensa che se non ho un messaggio su Twitter fresco di giornata il pubblico cambierà gusti musicali. Penso solo alle canzoni, a farle bene, che siano emozionanti, che arrivino attraverso qualsiasi mezzo a disposizione, dalla suoneria del telefonino alle casse del palasport. La musica è il social network più antico e quello che funziona di più. Il resto può aiutare ma senza pezzi si va poco lontano.
***
Ma l'unico pericolo che sento veramente è quello di non riuscire più a sentire niente.
***
La voce di Ornella Vanoni è come un profumo. Dopo averla ascoltata ci si sente bene. Immersi in qualcosa di bello che rimane.
***
Sentire il corpo, ascoltarlo, muoversi, sentirne i lamenti e scoprine i punti forti, sentirsi con il corpo dentro il paesaggio e confondere la fatica della pedalata con la fatica della terra che gira su se stessa e poi intorno al sole fino a girare come se fosse un anello della concatenazione dei satelliti e delle stelle degli elettroni e dei nuclei e scoprire nel movimento rotondo la chiave del movimento in avanti.
***
Nella rete non c'è notte e non c'è giorno, non c'è alto e non c'è basso, non c'è corpo e non c'è calligrafia, c'è solo il bit, che viaggia e che prende la forma che gli vogliamo dare.
***
La mia è sempre di più la lingua dei viaggiatori e chi decide di ascoltarmi deve sapere che io sono uno che racconta mondi che ha visto e mondi che vuole vedere, e che non conosco a fondo la lingua del posto, la lingua degli stanziali, strimpello strumenti e parlo male diverse lingue e di volta in volta ho bisogno di musicisti e di interpreti per metter su le tende nel luogo e restare finché non mi riprende il senso di irrequietezza che mi porta a fare di nuovo i bagagli e partire.
***
L'evoluzione passa attraverso porte strette e poi chi sa se sono le porte giuste? Probabilmente sono le uniche.
***

Viva Tutto! Lorenzo Jovanotti Cherubini Franco Bolelli Viva Tutto!

Lorenzo Jovanotti Cherubini, Franco Bolelli

Compralo su il Giardino dei Libri