Molière - Aforismi e Frasi Celebri

Aforismi e Frasi Celebri
Jean-Baptiste Poquelin
Commediografo e Attore Teatrale Francese
(1622 - 1673)

Se i furfanti sapessero quanto si guadagna ad essere onesti, sarebbero onesti per furfanteria.
***
La grande prova d'amore è obbedire alla volontà della donna amata.
***
I dubbi sono più crudeli della peggiore verità.
***
Se non essere cornuti vi sembra un gran bene, l'unico modo è non sposarsi affatto.
***
Ma gli innamorati, i veri innamorati inventano con gli occhi la loro verità.
***
Vi garantisco che uno sciocco colto è più sciocco d'uno sciocco ignorante.
***
Bisognerebbe fare un lungo esame di coscienza prima di pensare a criticare gli altri.
***
Compiango chi si fida di una donna! Anche la migliore è sempre artefice di malizie; É un sesso creato per farci dannare. Chiudo con te per sempre, sesso infido, E ti mando al diavolo con tutta l'anima.
***
Quanto più grande l'ostacolo, tanta più gloria nel superarlo.
***
La gente d'alto rango sa tutto senza aver appreso nulla.
***
Libri e matrimonio non vanno d'accordo.
***
Checché ne dicano Aristotele e tutta quanta la Filosofia, non c'è niente di meglio del tabacco. È la passione delle persone perbene, e chi vive senza tabacco non è degno di vivere.
***
Stimare tutti è lo stesso che non stimare nessuno.
***
È il pubblico scandalo ad offendere: peccare in silenzio è non peccare affatto.
***
Tutti i vizi, quando sono di moda, passano per virtù.
***
La conquista di un cuore che si cerca di ottenere con la forza è assai poco sicura.
***
La vecchiaia accomoderà tutto e, come tutti sanno, vent'anni non è l'età per essere dei bacchettoni.
***
Quando la lasciamo fare, la natura si tira fuori da sola pian piano dal disordine in cui è finita. È la nostra inquietudine, è la nostra impazienza che rovina tutto, e gli uomini muoiono tutti quanti per via dei farmaci e non per via delle malattie.
***
Uno stolto che non dice verbo non si distingue da un savio che tace.
***
Quando ci si vuol regolare su una persona, bisogna somigliarle in quel che ha di buono.
***
Il denaro è la chiave che apre tutte le porte.
***
Preferisco un vizio accomodante che una virtù ostinata.
***
Si muore una sola volta, ma per tanto tempo!
***
Quì a Parigi prima impiccano un uomo e poi gli fanno il processo.
***
L'amore scusa tutto ciò che fa.
***
La perfetta ragione rifugge gli estremi e vuole che uno sia saggio con sobrietà.
***
Il cielo proibisce in verità certi piaceri, ma con lui si trova un accomodamento.
***
E chi è quello scemo che non vuole che sua moglie sia muta? Piacesse a Dio che mia moglie avesse questa malattia! Mi guarderei bene dal volerla guarire.
***
Chiunque può essere un uomo degno di rispetto, ma allo stesso tempo essere un pessimo compositore di versi.
***
Tenete a memoria che Cicerone dice che fra l'albero e il dito non bisogna mettere la scorza.
***
Deve aver ammazzato molta gente per esser diventato così ricco.
***
Di solito una donna ha la vendetta pronta.
***
La morte non ha sempre le orecchie aperte ai voti e alle preghiere dei singoli eredi; e si ha il tempo di fare i denti lunghi, quando, per vivere, s'aspetta la morte di qualcuno.
***
È morta di quattro medici e due farmacisti.
***
Il medico è il miglior mestiere del mondo; perché, sia che si faccia bene sia che si faccia male, si è sempre pagati in modo uguale. L'affare cattivo non ricade mai sulle nostre spalle, e tagliamo, a piacer nostro, nella stoffa che lavoriamo.
***
È una follia seconda a nessuna il volersi impicciare a correggere il mondo.
***

Teatro come Terapia (eBook) Teatro come Terapia (eBook)

Walter Orioli

Compralo su il Giardino dei Libri