Stanisław Jerzy Lec - Aforismi e Frasi Celebri


Aforismi e Frasi Celebri
Scrittore, Poeta e Aforista Polacco
(Leopoli 1909 – Varsavia  1966)

A spese di chi la gente vive nei ricordi degli altri?
***
Alcuni dovrebbero vivere una seconda volta come premio, altri come castigo.
***
All'inferno il diavolo è un eroe positivo.
***
Anche l'anima, ogni tanto, deve stare a dieta.
***
Anche le repubbliche sono a volte governate da re nudi.
***
Anche quando viene chiusa la bocca, la domanda resta aperta.
***
Andateci piano col drammatizzare la vita! E se si trovassero attori migliori per i vostri ruoli?
***
Aveva la coscienza pulita. Mai usata.
***
Bisogna continuamente ricominciare dalla fine.
***
Bisogna essere decisi anche per tergiversare.
***
Capita di dover tacere per essere ascoltati.
***
C'è chi vorrebbe capire ciò in cui crede, e chi vorrebbe credere in ciò che capisce.
***
C'è un'altra cosa nell'uomo che lo rende superiore alla macchina: sa vendersi da solo.
***
Che l'uomo sia lacerato dal cielo e dalla terra, pazienza, ma il peggio è che alla fine del cielo vuole il brandello che è stato strappato dall'inferno, e l'inferno è affamato di quello conquistato dal cielo.
***
Chi è affamato di gloria divora anche l'uomo che è in lui.
***
Chi ha mai chiesto alla tesi e all'antitesi se vogliono diventare sintesi?
***
Chi tiene l'acqua in bocca abbia almeno la creanza di non sputarla poi sugli altri.
***
Ci guardammo negli occhi: io vidi solo me, lei soltanto sé.
***
Ci saranno sempre degli esquimesi pronti a dettare le norme su come devono comportarsi gli abitanti del Congo durante la calura.
***
Ci sono pensieri sordomuti. Chi ha la lingua troppo lunga, può inciamparci.
***
Come è difficile provocare un'eco nelle teste vuote!
***
Da quando si è messo in piedi sugli arti posteriori, l'uomo non sa più riacquistare l'equilibrio.
***
Dimmi con chi dormi e ti dirò chi sogni.
***
Due linee parallele s'incontrano all'infinito – e ci credono.
***
È facile dire: "Eccomi!" Bisogna anche esserci.
***
È forse per scontare il fatto che non credo nell'anima, che ne sono privo?
***
È più facile dare della puttana a qualcuno, che esserlo.
***
E se fossimo soltanto il ricordo di qualcuno?
***
È triste quando l'esistenza che ti è più cara è l'esistenza del problema.
***
È una croce mettere d'accordo due coordinate.
***
"Eppur si muove!" Ma in che direzione?
***
Frequentare i nani deforma la spina dorsale.
***
Gli eroi dei miti antichi erano seminudi, quelli dei miti odierni lo sono del tutto.
***
Gli ideali non sono fatti per gli idealisti.
***
Ho sognato la realtà. Che sollievo, svegliarsi!
***
I fiori sulla tomba del nemico hanno sempre un profumo inebriante.
***
I giovani delinquenti non hanno un avvenire sicuro. Possono ancora diventare persone per bene.
***
I poeti sono come i bambini: quando siedono a una scrivania, non toccano terra coi piedi.
***
I puritani dovrebbero portare due foglie di fico sugli occhi.
***
Il gambero arrossisce dopo la morte. Che finezza esemplare, in una vittima!
***
Il fondo resta il fondo, anche se è rovesciato all'insù.
***
Il gallo canta persino la mattina in cui finisce in pentola.
***
Il momento in cui si riconosce la propria mancanza di talento è un lampo di genio.
***
Il parto dell'uomo è doloroso, specialmente quando egli mette al mondo se stesso in età adulta.
***
Il punto esclamativo, quando si affloscia, diventa interrogativo.
***
Il tempo lavora. E tu?
***
Il peso di un problema va calcolato al lordo, noi compresi.
***
In cima ad ogni vetta si è sull'orlo dell'abisso.
***
In principio era il Verbo – e alla fine le chiacchiere.
***
L'anello più debole è anche il più forte. Spezza la catena.
***
La lotta per il potere va condotta contro di esso.
***
La prima condizione dell'immortalità è la morte.
***
La somma degli angoli di cui ho nostalgia è certamente superiore a 360.
***
La terra – questo puntino sotto l'interrogativo.
***
La verità viene sempre a galla. Per questo deve subito prendere il largo.
***
Mi stimi molto – dici? Lo so, chiederesti più di trenta denari.
***
Molti che avevano preceduto il proprio tempo, hanno poi dovuto aspettarlo in locali piuttosto scomodi.
***
Nella storia contano anche i fatti non avvenuti.
***
Non aprire mai le porte a coloro che le aprono anche senza il tuo permesso.
***
Non chiedere a Dio la via per il cielo; ti indicherà la più difficile.
***
Non credete alle favole! Erano vere.
***
Non è cieca la via da cui si può far marcia indietro.
***
Persino nel suo silenzio c'erano errori linguistici.
***
Poveretto chi non vede le stelle senza una botta in testa.
***
Quando ti metti a saltare di gioia, bada che qualcuno non ti tolga la terra da sotto i piedi.
***
Si abbracciarono così stretti che non rimase spazio per i sentimenti.
***
Si può chiudere un occhio sulla realtà, ma non sui ricordi.
***
Si può seguire coerentemente uno scopo per tutta una vita, se quello si sposta di continuo.
***
Solo le persone di buon senso impazziscono.
***
Tra un amore e l'altro, ci vuole una quarantena con un terzo.
***
Tutto è illusione. Compresa la frase precedente.
***
Un vero buffone non può farsi beffe di un vero buffone. Uno dei due dev'essere falso.
***

Aforismi per Tutto l'Anno Aforismi per Tutto l'Anno
Nuova edizione
Autori Vari

Compralo su il Giardino dei Libri