Gesualdo Bufalino - Aforismi e Frasi Celebri



Aforismi e Frasi Celebri
Scrittore e Aforista Italiano
(Comiso 1920 – Comiso 1996)

Certi amori sono soltanto sudori che si somigliano.
***
Innamorarsi è un lusso, chi non può permetterselo finge.
***
Ricordiamo a lungo chi abbiamo amato, meno a lungo chi ci ha amato.
***
Ogni sguardo dello scrittore diventa visione, e viceversa: ogni visione diventa uno sguardo.
***
Resta dubbio, dopo tanto discorrere, se le donne preferiscano essere prese, comprese o sorprese.
***
Ognuno sogna i sogni che si merita.
***
Se Dio esiste, chi è? Se non esiste, chi siamo?
***
Elezioni: Il sonno è di destra, il sogno è di sinistra... Votare per una lucida insonnia.
***
Tale è la forza dell'abitudine che ci si abitua perfino a vivere.
***
Tutte le rivoluzioni cominciano per strada e finiscono a tavola.
***
E se Dio avesse inventato la morte per farsi perdonare la vita?
***
Un libro non è soltanto, o non è sempre, un tempio delle idee o un'officina di musica e luce, è anche un luogo oscuro di sfoghi e di rimozioni, dove si combatte un duello senza pietà, con la sola scelta di guarire o morire.
***
Fra imbecilli che vogliono cambiare tutto e mascalzoni che non vogliono cambiare niente, com'è difficile scegliere!
***
Piuttosto che vagheggiare un futuro vaporoso ed elusivo, preferisco curvarmi sui fantasmi di ieri senza che però mi impediscano di vivere l'oggi nella sua pienezza.
***
Per sconfiggere la mafia non è necessario un esercito di maestri elementari.
***
Morire. Non fosse che per fregare l'insonnia.
***
Nascere è umano, perseverare è diabolico.
***
Sarò forse presuntuoso ma il mio specchio mi calunnia.
***
Dovetti scegliere tra morte e stupidità. Sopravvissi.
***
Bisogna che abbiamo un'idea molto primitiva dell'eternità se facciamo tanto caso del morire a trenta o a cent'anni.
***
Se volete sapere di più su di voi, origliate dietro le porte.
***
Conviene, a chi nasce, molta oculatezza nella scelta del luogo, dell'anno, dei genitori.
***
Morire sarà, su per giù, come quando su una vetrina una saracinesca s'abbassa.
***
Una biblioteca, dice Ralph Waldo Emerson, è un harem. E se fosse una polveriera?
***
L'amore, nella maggior parte dei casi, è soltanto un prestito con cauzione.
***
Come si fa ad amarsi vivendo con se stessi 24 ore su 24?
***
Si può anche dannare la propria vita, se si ha genio. Se si ha solo talento, è da stupidi.
***
Il peccato: inventato dagli uomini per meritare la pena di vivere, per non essere castigati senza perchè.
***
La realtà è così sfuggente ed effimera... Non esiste l'attimo in sé, ma esiste l'attimo nel momento in cui è già passato.
***
Capita a volte di sentirsi per un minuto felici. Non fatevi cogliere dal panico: è questione di un attimo e passa.
***
Metà di me non sopporta l'altra e cerca alleati.
***
Con le donne accade due volte di non saper cosa dire: all'inizio e alla fine di un amore.
***
Uno sciocco che tace è la creatura più adorabile del mondo.
***
Come ogni brutto sono sempre stato oggetto di passioni disinteressate.
***
Comunque vada la nostra partita con la vita finirà zero a zero.
***
Meno credo in Dio più ne parlo.
***
Non il sonno ma l'insonnia della ragione genera mostri.
***
E' la vita che si trasforma in sogno e il sogno che si trasforma in vita, così come avviene per la memoria.
***

Lo Scrittore di Lettere e Altri Racconti Lo Scrittore di Lettere e Altri Racconti
E altri racconti
Isaac B. Singer

Compralo su il Giardino dei Libri