Giovanni Verga - Aforismi e Frasi Celebri


Aforismi e Frasi Celebri
Scrittore e Drammaturgo Italiano
(Catania, 2 settembre 1840 – Catania, 27 gennaio 1922)

Il mare non ha paese nemmeno lui, ed è di tutti quelli che lo stanno ad ascoltare, di qua e di là dove nasce e muore il sole.
***
Il matrimonio è come una trappola di topi; quelli che son dentro vorrebbero uscirne, e gli altri ci girano intorno per entrarvi.
***
Siamo degli umili fiorellini avezzi alla dolce tutela della stufa, che l'aria libera uccide.
***
La Madonna ci ha fatto il miracolo, perché il Signore ci è stato troppe volte in questa casa!
***
Maritati e muli vogliono star soli.
***
Amare la vicina è un gran vantaggio, si vede spesso e non si fa viaggio.
***
Né visita di morto senza riso, né sposalizio senza pianto.
***
Una mela fradicia guasta tutte le altre.
***
Uomo povero ha i giorni lunghi.
***
Al giorno d'oggi per conoscere un uomo bisogna mangiare sette salme di sale.
***
Cane affamato non teme bastone.
***
Chi fa credenza senza pegno, perde l'amico, la roba e l'ingegno.
***
Chi non sa l'arte chiuda bottega, e chi non sa nuotare che si anneghi.
***
Chi pratica con zoppi all'anno zoppica.
***
Ciascuno deve pensare alla sua barba prima di pensare a quella degli altri.
***
Dove ci sono i cocci ci son feste.
***
Fra suocera e nuora ci si sta in malora.
***
I vicini devono fare come le tegole del tetto, a darsi l'acqua l'un l'altro.
***

Letteratura Italiana (eBook) Letteratura Italiana (eBook)
Schemi riassuntivi, quadri di approfondimento


Compralo su il Giardino dei Libri