Papa Francesco - Jorge Mario Bergoglio

Frasi Famosi di Jorge Mario Bergoglio
266° Vescovo di Roma e Papa della Chiesa Cattolica
 (Buenos Aires, 17 dicembre 1936)

Non dimentichiamo mai che il vero potere è il servizio.
***
Fratelli e sorelle buonasera! Voi sapete che il dovere del conclave era di dare un vescovo a Roma e sembra che i miei fratelli cardinali siano andati a prenderlo quasi alla fine del mondo. (Le prime parole Pronunciate dal Papa)
***
Come vorrei una Chiesa povera. Per i poveri!
***
Siate custodi dei doni di Dio. Quando non ci prendiamo cura del creato e dei nostri fratelli, allora, trova spazio la distruzione, e il cuore inaridisce.
***
Un popolo che non si prende cura dei bambini e degli anziani è un popolo in declino.
***
Vorrei chiedere a tutti coloro che occupano ruoli di responsabilità di essere custodi della creazione.
***
La speranza viene dal Signore. Il Signore viene a trovare il suo popolo dappertutto, la devozione del nostro popolo costituisce una riserva spirituale. Va portata avanti attraverso testimonianza e preghiera: deve insegnare la strada del Vangelo. Devozione e carità popolare sono segno della fede. (Ultima Intervista da Cardinale)
***
L'odio, l'invidia e la superbia sporcano la vita.
***
I fondamentalismi sorgono quando i problemi vengono visti alla luce delle ideologie. Non si devono ridurre i valori a una ideologia. (Ultima Intervista da Cardinale)
***
Guardare la nostra gente non per come dovrebbe essere ma per come è, e vedere cosa è necessario.
***
L’evangelizzazione, dare speranza a questo mondo così chiuso in se stesso. C’è n’è tanto bisogno. Portare Gesù Cristo con la sua verità. La vera sfida è predicare il Vangelo. (Ultima Intervista da Cardinale)
***
Il Signore opera un cambiamento in colui che gli è fedele, gli fa alzare lo sguardo da sé stesso. Questa è la missione, questa è la testimonianza.
***
Non dobbiamo avere paura della bontà, e neanche della tenerezza. Custodire richiede bontà e tenerezza, che non è la virtù del debole. Anzi, essa denota forza d'animo e capacità di compassione e di vera apertura verso gli altri. Capacità di amare.
***
Colui che isola la sua coscienza dal cammino del popolo di Dio non conosce l'allegria dello Spirito Santo che sostiene la speranza.
***
L’aborto non è mai una soluzione. Quando si parla di una madre incinta, parliamo di due vite: entrambe devono essere preservate e rispettate perché la vita è un valore assoluto.
***
I sacramenti sono gesti del Signore. Non sono prestazioni o territori di conquista di preti o vescovi.
***
Che bello se ognuno di noi alla sera potesse dire: oggi ho compiuto un gesto di amore verso gli altri.
***
Le nostre certezze possono diventare un muro, un carcere che imprigiona lo Spirito Santo.
***
Cari giovani, non sotterrate i talenti, i doni che Dio vi ha dato! Non abbiate paura di sognare cose grandi.
***
Quando non si confessa Gesù Cristo, si confessa la mondanità del diavolo, la mondanità del demonio.
***
In questo periodo di crisi è importante non chiudersi in se stessi, ma aprirsi, essere attenti all’altro.
***
Se c’è un prete pedofilo è perchè porta in sè la perversione prima di essere ordinato. E sopprimere il celibato non curerebbe tale perversione. O la si ha o non la si ha.
***
Essere cristiani non si riduce a seguire dei comandi, ma è lasciare che Cristo prenda possesso della nostra vita e la trasformi.
***
Saremo giudicati da Dio sulla carità, su come lo avremo amato nei nostri fratelli, specialmente i più deboli e bisognosi.
***
Non dobbiamo credere al Maligno che dice che non possiamo fare nulla contro la violenza, l’ingiustizia, il peccato.
***
Uscire da sé stessi è uscire anche dal recinto dell'orto dei propri convincimenti considerati inamovibili se questi rischiano di diventare un ostacolo, se chiudono l'orizzonte che è di Dio.
***

Papa Francesco - Il Nuovo Papa si Racconta Papa Francesco - Il Nuovo Papa si Racconta
Conversazione con Sergio Rubin e Francesca Ambrogetti
Sergio Rubin, Francesca Ambrogetti

Compralo su il Giardino dei Libri