Samuel Taylor Coleridge - Aforismi e Frasi Celebri

Aforismi e Frasi Celebri
Poeta, Critico Letterario e Filosofo Inglese
(1772 - 1834)

Chi si vanta di aver conquistato una moltitudine di amici non ne ha mai avuto uno.
***
Ci sono tre classi in cui tutte le donne oltre i settanta sono sempre state divise: quella cara vecchietta, quella vecchia, quella vecchia strega.
***
Ciò che l'uomo desidera è una donna; ciò che desidera la donna è raramente qualcosa di diverso dal desiderio dell'uomo.
***
Il peccato prediletto del demonio è l'orgoglio che scimmiotta l'umiltà.
***
Il nano vede più lontano del gigante, quando può salire sulle spalle del gigante.
***
Niente può piacere con continuità, che non contenga in se stesso la ragione perché esso deve essere così, e non altrimenti.
***
I difetti dei grandi autori non sono in genere che la loro grandezza portata all'eccesso.
***
Nessun uomo è mai stato un grande poeta, senza essere stato allo stesso tempo un grande filosofo.
***
Quella volontaria sospensione dell'incredulità sul momento, che costituisce la fede poetica.
***
I cigni cantano prima di morire; non sarebbe un brutto affare se certa gente morisse prima di cantare.
***
I critici sono di solito persone che avrebbero voluto essere poeti, storici, biografi, hanno messo alla prova il loro talento, e non hanno avuto successo.
***
Ho visto dimostrare una grande intolleranza per difendere la tolleranza.
***
Il miglior medico è quello che con più abilità sa infondere la speranza.
***
Il principio dell'architettura gotica è quello dell'infinito reso immaginabile.
***
La sincerità non consiste nel dire, ma nell'intenzione di comunicare la verità.
***
Acqua, acqua ovunque. E non una goccia da bere. 
***
Prega meglio chi meglio ama uomini, uccelli e bestie.
***
Un uomo che non possiede che massime è come un ciclope il cui unico occhio è posto dietro al capo.
***
Che grazia inimitabile hanno i bambini prima di imparare a danzare!
***
Ci sono tre classi in cui so che tutte le donne oltre i settanta sono sempre state divise: quella cara vecchietta; quella vecchia;
quella vecchia strega.

***
Il Poeta deve avere l'orecchio di un arabo selvaggio che ascolta il silenzio del deserto, l'occhio di un indiano mentre segue le orme del nemico sulle foglie nei sentieri della foresta, e il tatto di un cieco che tocca il viso di un bambino amato.
***
Il linguaggio è l'armonia della mente umana; a un tempo contiene i trofei del passato e le armi per future conquiste.
***
La fantasia non è altro che un aspetto della memoria svincolato dall'ordine del tempo e dello spazio.
***
L'esperienza ci informa che la prima difesa degli spiriti deboli è recriminare.
***
L'arte, collettivamente pittura, scultura, architettura e musica, è la mediatrice e riconciliatrice di natura e uomo. È il potere di umanizzare la natura, di infondere i pensieri e le passioni dell'uomo in tutto ciò che è l'oggetto della sua contemplazione.
***
La felicità della vita è fatta di frazioni infinitesimali: di piccole elemosine, presto dimenticate, di un bacio, di un sorriso, di uno sguardo gentile, di un complimento fatto col cuore.
***
Solo i saggi possiedono delle idee. La maggior parte dell'umanità ne è posseduta.
***

Il Blocco dello Scrittore Il Blocco dello Scrittore
Idee e trucchi per mettere in pagina la propria immaginazione
Matteo Curtoni, Maura Parolini

Compralo su il Giardino dei Libri