Thomas Mann - Aforismi e Frasi Celebri

Aforismi e Frasi Celebri
Scrittore e saggista Tedesco - Premio Nobel nel 1929
(Lubecca 1875 - Zurigo 1955)

Un artista, nel suo intimo, è sempre un avventuriero.  
***
L'artista è l'ultimo a farsi illusioni a proposito della sua influenza sul destino degli uomini. L'arte non è una forza, è soltanto una consolazione.
***
La bellezza ci può trafiggere come un dolore.
***
La felicità non sta nell'essere amati: questa è soltanto una soddisfazione di vanità mista a disgusto. La felicità è nell'amare.
***
Se c'è qualcosa di ancor più raccapricciante del destino, è l'uomo che lo sopporta senza alzare un dito.
***
La giustizia non è ardore giovanile e decisione energica e impetuosa: giustizia è malinconia.
***
Alcuni non possono fare a meno di sbagliare la strada, perché per essi non esiste una strada giusta. 
***
Le avversità possono essere delle formidabili occasioni.
***
Le parole grosse, trite come sono, non si addicono molto a esprimere le cose straordinarie; vi si riesce meglio sublimando quelle piccole, portandole al culmine del loro significato.
***
Il mito è il fondamento della vita, lo schema senza tempo, la formula secondo cui la vita si esprime quando fugge al di fuori dell'inconscio.
***
La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere.
***
Il paese della nostra nostalgia è invece il normale, il decoroso, l'amabile, è la vita nella sua seducente banalità.
***
L'inferno è per i puri; questa è la legge del mondo morale. Esso è infatti per i peccatori, e peccare si può soltanto contro la propria purezza.
***
Fermezza di fronte al destino, grazia nella sofferenza, non vuol dire semplicemente subire: è un'azione attiva, un trionfo positivo.
***
Il tempo è un dono prezioso, datoci affinché in esso diventiamo migliori, più saggi, più maturi, più perfetti.
***
Chi non è artista si trova di fronte a un quesito molto imbarazzante, se gli si chiede fin dove l'artista prenda sul serio ciò che per lui dovrebbe essere, e sembra essere, la cosa più seria; quanto prenda sul serio se stesso e quanto invece sia scherzo, celia o mascherata.
***
Il tempo raffredda, il tempo chiarifica; nessuno stato d'animo si può mantenere del tutto inalterato nello scorrere delle ore.
***
I segni esteriori, quelli visibili, tangibili, della fortuna e dell'ascesa si manifestano soltanto quando in realtà è cominciata la parabola discendente.
***
Ciò che è tipico ci lascia freddi, soltanto l'individuale ci fa rabbrividire.
***
Le opinioni non possono sopravvivere se uno non ha occasione di combattere per esse.
***
La vera passione esiste soltanto nell'ambiguità e come ironia.
***
Le osservazioni e gli incontri dell'uomo taciturno e solitario sono insieme più vaghi e penetranti di quelli dell'uomo socievole, i suoi pensieri più gravi e bizzarri, mai senza un'ombra di mestizia.
***
Anche la stupidità è bella, se perfetta.
***
Infuriarsi ed eccitarsi nel combattere qualche idea è facile soprattutto quando non siamo del tutto sicuri della nostra posizione e ci sentiamo interiormente tentati di passare dalla parte dell'avversario.
***